Senza categoria»

VITTIELLO, STATO EMERGENZIALE AL PAOLO MERLO.

DI Francesco Vittiello Ho letto la triste notizia del decesso di una nostra concittadina alla cui famiglia vanno le mie più sentite condoglianze, nonché l’informativa inviata dal Sindaco Fabio Lai all’assessore regionale alla sanità concernente lo stato emergenziale dell’ospedale Paolo Merlo, per carenza sia di personale sanitario, medici ed infermieri, che di strutture sanitarie alternative Premesso, ed è molto importante che tutti se lo ficchino bene in #testa, che in questo momento siamo in #guerra e che in guerra e tutto il popolo ha il dovere di combatterla, facendo ognuno la propria parte. Detto questo vengo ad esporre un’idea che, anche se a qualcuno potrebbe sembrare sgradita, rientra in quel concetto di stato di #guerra espresso poc’anzi. Nella nostra isola abbiamo presso le scuole militari una struttura denominata palazzina De Geneis, ex distaccamento, completamente ristrutturata e funzionante, durante il mancato evento G8. Inoltre in loco ci sono due medici militari, mi pare 5 infermieri professionali laureati (sono già utilizzati a Sassari durante l’emergenza della scorsa primavera) nonché un laboratorio di analisi e una radiologia entrambi funzionanti. La mia proposta è che il Sindaco chieda, tramite l’assessore alla sanità Mario Nieddu, che il sottosegretario Giulio Calvisi, dimostratosi sin’ora sempre disponibile, di dare l’autorizzazione per permettere l’impiego di tali figure professionali nonché delle strutture al fine di venire incontro alla denunciata emergenza sanitaria e per poter così permettere al pronto soccorso del Paolo Merlo di poter gestire al meglio, più rapidamente ed efficientemente anche tutte le altre emergenze perché, #sappiatelo, si muore anche e soprattutto, di infarti, ictus, traumi ecc che di conseguenze del virus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA -

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità