Attualità»

Galleria Sanità: un passo in avanti per l’isola?

PF ZANCHETTADi Alberto Tinteri e Antonello Sagheddu
Finalmente un passo avanti verso la salvezza del punto nascita dell’ospedale Paolo Merlo de La Maddalena. Un emendamento presentato in commissione Sanità prevede la richiesta di deroga al ministero della Salute da parte dell’assessorato alla Sanità.
Nel testo di riordino della rete ospedaliera, infatti, si parla di disattivazione del servizio. Nella proposta di modifica il termine “disattivazione” scompare e il testo diventa: “Considerate le condizioni di insularità e le difficoltà dei trasporti è immediatamente definito un piano specifico di emergenza che garantisca la possibilità di affrontare urgenze ostetriche da parte di equipe specialistiche del presidio”.
Questo, “anche con la piena efficacia del sistema di elisoccorso regionale”, e non nelle more come indicato in un precedente emendamento al testo.
Inoltre, “è attuato il percorso nascita in grado di prendere in carico ciascuna gravidanza e di valutarne il rischio ostetrico”.
La seduta è stata interrotta subito dopo l’avvio per la richiesta di convocazione dei capigruppo da parte di Gianfranco Congiu (Pds) che ha sollecitato l’audizione del presidente Pigliaru sugli accantonamenti: “Parte senza una preventiva condivisione in maggioranza. Da quello che leggiamo ci pare che il confronto sia improntato sulla ennesima insopportabile rivendicazione”.

Passa, però, un emendamento presentato da Augusto Cherchi (Partito dei sardi) e da Pier Franco Zanchetta (Upc) per cui “negli ospedali di zona disagiata sono assicurati tre posti letto aggiuntivi in pediatria ed è confermato il servizio di camera iperbarica”.
Per ora, la camera iperbarica e la Pediatria, dunque, resteranno aperte al Paolo Merlo de La Maddalena.
La seduta è convocata per domattina alle 10.
Per quanto riguarda il tanto sofferto Punto Nascita, fanno sapere dalla segreteria particolare dell’On.le Pierfranco Zanchetta, sono in corso tutte le procedure affinchè questo importante servizio non venga cancellato dal Paolo Merlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - foto di Antonello Sagheddu

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità