Attualità»

Galleria Punto Nascita

lai 1Oppositore dalla prima ora della riforma sanitaria regionale (e forse aveva ragione), Fabio Lai aveva creato i comitati del #No alla RifoGNA sanitaria regionale un po’ un tutta la Gallura per contrastare l’atto regionale che avrebbe smantellato alcuni reparti del nostro ospedale. Il tour anti RifoGNA (così lo aveva chiamato) lo ha visto impegnato in tutta la Gallura per illustrare gli svantaggi che avrebbe subito il Paolo Merlo in caso di approvazione della riforma. Da Palau a Santa Teresa ad Arzachena per poi concludere la tappa a La Maddalena, proprio dove il comitato è nato, per sensibilizzare i cittadini Galluresi al fine di comprendere che il Paolo Merlo “non” è un bene solo per i maddalenini ma una risorsa per tutti i cittadini gallurese. L’attività di contrasto non si è fermata neanche dopo l’approvazione della riforma sanitaria da parte della maggioranza Pigliaru ed infatti Lai, da semplice consigliere, fece presentare ben due interrogazioni. La prima, serviva per smascherare le bugie (ad oggi è ancora sospeso) sul finto annuncio del salvataggio del punto nascite, tramite tre semplici domande:
1) i parti fisiologici sono garantiti 365 giorni all’anno all’ospedale Paolo Merlo o no?
2) il punto nascita di La Maddalena è già fatto salvo con l’approvazione della rete ospedaliera o è necessario aspettare la deroga ministeriale? 3) le puerpere e i neonati potranno restare alla Maddalena per il post-partum oppure saranno trasferiti a Olbia come prevede la procedura attualmente in vigore?
Oggi più che mai, noi di liberissimo, ci chiediamo perché dopo gli annunci trionfalistici fatti sui giornali nessuno risponde all’interrogazione per chiarire quale sia la realtà?
Considerato che ad oggi la situazione del punto nascite è identica a settembre 2016 (mese della sospensione), che la camera iperbarica non è più H24 e non copre le emergenze, che l’incubatrice non scalda, che i posti in pediatria sono solo sulla carta e non c’è personale, quali vantaggi ci sono stati per il Paolo Merlo dopo la votazione di questa riforma? Perché altri presidi ospedalieri sono stati fatti salvi direttamente dalla riforma regionale mentre per La Maddalena bisogna aspettare l’esito di una deroga ministeriale il cui rifiuto sembra già scritto?

lAI 3lai 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA -

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità