Attualità»

Galleria Ospedale Paolo Merlo: sulla carta sono tutti bravi… a vendere bugie.

ospedale PAOLO MERLO 2016Noi di Liberissimo non avevamo dubbi: gli annunci dei vari banditori (l’incaricato a leggere per le vie della città annunci delle autorità), hanno portato solo a un peggioramento della situazione nel nostro (ex) Ospedale. La ‘tattica’ di togliere a noi per dare ad altri è stata condivisa da tutti indistintamente mentre a noi ci lanciavano fumo negli occhi. Insomma, quanto letto, ascoltato o deciso non ha avuto seguito, riscontri o piccole conferme, era tutto programmato da tempo con la complicità di molti che sfruttavano ogni occasione per salvarsi il sedere davanti alla gente: ai creduloni in buona fede. Intanto, nessuno vede o sente, tutti, nessuno escluso, si gonfiano come una Cernia in tana. Non si gioca con la salute degli altri, la vita è una ruota. Non hanno neanche rispetto, in questo caso i politici, delle persone anziane senza nessuno al mondo costrette a pagare di tasca viaggi e visite. Sembrerebbe che le prenotazioni per le visite oculistiche a Padule si debba attendere a giugno 2018. Quelle Neurologiche a Marzo. Le risonanze, invece, non urgenti bisogna recarsi a Olbia, da noi sono bloccate da marzo. Siamo comunque disponibili per qualsiasi rettifica anche se più fonti confermano.
In conclusione? Risonanze, Moc e Tac tutte le prenotazioni sono ferme dalla Primavera, fanno solo le urgenze. Secondo i nostri amici bene informati la nostra Radiologia sarà la prossima ad essere spolpata. Hanno convenzionato il Poliambulatorio di Palau per ora solo alcuni tipi di ecografie, in seguito potrebbero allargare a altre tipologie di prestazioni specialistiche. Per ora di darebbero l’impressione di continuare il servizio ma nel contempo tolgono il personale. Quando finiscono i denari della convenzione e si dovrà andare a Olbia o Nuoro. Intanto, qualcuno sta cominciando a viaggiare verso Nuoro per una risonanza.
GRAZIE REGIONE

© RIPRODUZIONE RISERVATA - foto di Antonello Sagheddu

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità