Attualità»

Galleria Liberissimo chiama e alcuni imprenditori rispondono.

EX ARTIGLIERIA OK

via cappelliniA causa del patto di stabilità la situazione economica del Comune è sotto gli occhi di tutti. Le ciliegine sulla torta sono arrivate non più tardi di qualche giorno fa quando Gianluca Cataldi ha illustrato la grave situazione riguardante lo scatolone dell’Opera Pia. Come non bastasse Liberissimo è venuto a conoscenza della seconda tegola caduta in testa al nostro Comune: il Tar ha dato ragione alla ditta Focanti su un esproprio avvenuto nel 1980 e pertanto bisognerà versargli 300 mila euro. Di qualche altra sorpresa ne parleremo più aventi.
Intanto, la situazione buche sulle strade era diventata difficile, numerose persone sono dovute ricorrere al Pronto Soccorso, qualcuna anche a Olbia. Vista la situazione, partendo dalla banchina commerciale, Liberissimo ha chiesto aiuto a cinque imprenditori edili locali se erano nella possibilità di donare alcuni sacchetti di bitume.
Dei cinque imprenditori TRE hanno risposto positivamente: Edil Caboni, l’impresa edile di Eraldo Antonio Melis e Fabio Conti.
I sacchetti tramite Liberissimo sono stati donati all’ufficio manutenzioni che nei prossimi giorni potranno intervenire sulle numerose buche.
UN GRAZIE DI CUORE AI TRE IMPRENDITORI ITALIANI: SARDI DA LIBERISSIMO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA -

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità