Attualità»

Galleria Illuminazione pubblica, una grande presa per il sedere.

ILLUMINAZIONE NIDO D'AQUILAIn alcune zone dell’isola (esempio Moneta), sono trascorsi oltre 18 mesi. Sono ormai un’infinità le segnalazioni che arrivano a tutti gli organi di stampa a riguardo della mancanza dell’illuminazione pubblica in molte zone dell’isola. Insomma, nonostante le continue garanzie ricevute che la situazione sarebbe ritornata alla normalità a maggio 2017 nulla è cambiato, solo peggiorato. Nella foto scattata il 10 gennaio potete notare la zona di Nido D’Aquila completamente al buio, mentre il giorno prima funzionava a meraviglia e mancava tra Tegge, Distributore Esso, Cala Gavetta E Via Amendola (in molti lampioni ci sono le lampade bruciate, alla faccia del porto turistico). Mentre in molte zone funzionano a giornata o a intermittenza, nella zona di Moneta la situazione rimane sempre uguale. Possibile mai che nessuno possa dire basta a questa vergogna? Tutti reclamano ma nessuno interviene, evidentemente mancano gli attributi. Speriamo che non accada mai nulla perché nel caso più di uno l’avrà sulla coscienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA -

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità