Attualità»

Galleria Centro Velico Caprera, poteva andare decisamente meglio. Chissà se nel centenario le cose potranno andare meglio.

MAIALETTIAvevamo partecipato anche al trentacinquesimo traguardo, tutta un’altra cosa. Circa quindici giorni fa avevamo ricevuto l’invito dal Presidente Paolo Martano alla cerimonia ufficiale per la celebrazione del cinquantesimo anno dalla fondazione del Centro Velico Caprera. Nonostante qualche nostro problemino abbiamo deciso di partecipare insieme al nostro amico e collega Andrea Nieddu. Con qualche minuto di anticipo ci siamo presentati nella zona di Porto Palma (piazzale capannoni abbandonati) e notato il grande movimento della macchina organizzativa messa in piedi dalla direzione di Milano. Come sempre, però, dopo avere informato l’amico isolano Marzio Rota, dobbiamo rimarcare alcune manchevolezze:
A) Come in tutte le manifestazioni del genere non era stato riservato un posto per la stampa (riprese e foto).
B) E’ impensabile che degli invitati debano pagare 50 CENTESIMI UN BICCHERE D’ACQUA E 1 EURO UNA BOTTIGLIETTA DI ACQUA San Benedetto, almeno fosse stata sarda.
C) Che il simbolo di La Maddalena (vedi foto), la scultura del Leone su granito venga consegnata a l’unico fondatore in vita da una persona non maddalenina (nella foto Oscurata), non andava proprio bene.

Lo dovevamo visto e considerato che ancora prima che si concludessero le premiazioni abbiamo abbandonato la locazione, noi non abbiamo bisogno di passerelle. Insomma, i capi di Milano hanno sbagliato tutto.

Alla manifestazione ha partecipato il sindaco Montella, l’Onorevole Pierfranco Zanchetta, il Comandante delle Scuole Sottufficiali Roberto Fazio e della Guardia Costiera Leonardo Deri, non abbiamo riconosciuto altre autorità.

Insomma, le persone non si misurano ‘dall’abito’. ARRIVO AUTORITA'MONTELLA E ZANCHETTAROTTA SCULTURATENSOSTRUTTURA 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA - foto di Antonello Sagheddu

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità