Attualità»

Galleria Assegnazione posteggi per il commercio in area pubblica

7Il Consiglio Comunale nella seduta del 16 Maggio 2016 ha approvato il Regolamento Generale del Commercio. Siamo certi che questo documento, oltre a mettere ordine alle attività di riferimento, sarà un occasione per dare impulso alla imprenditoria locale e forse giovanile.
Tuttavia è necessario rammentare che è ancora in corso, e sono oramai trascorsi 24 mesi, il concorso per l’assegnazione dei posteggi per il commercio area pubblica. Per essere più chiari sono 7 aree destinate al posizionamento di chioschi in altrettante zone dell’isola di Caprera e di La Maddalena per il periodo da Aprile a Ottobre.
Normali e forti, in un momento di crisi come quello attuale, sono le aspettative in tutti i giovani che vi hanno partecipato a vedere regolarmente conclusa la procedura e assegnato il proprio posto.
Infatti l’approvazione definitiva della graduatoria avrebbe consentito e consentirà ad almeno 30 – 35 giovani di trovare una occupazione per 5- 6 mesi all’anno, per non parlare dell’indotto (progettazioni, realizzazione dei
chioschi ecc.).
Il concorso ha visto l’approvazione di una graduatoria, ma subito dopo sono stati presentati i normali ricorsi. Durante un colloquio con i funzionari Comunali relativo ai ricorsi, si è appreso che sono state condotte indagini per conoscere il reddito dei partecipanti, oltre a raccogliere notizie presso gli Istituti di Previdenza per accertare il requisito del possesso dell’invalidità. In tale occasione ci fu comunicato che gli accertamenti svolti non avrebbero cambiato la graduatoria e che si sarebbe proceduto alla assegnazione definitiva.
L’immobilismo della precedente Amministrazione perdurò sino alla primavera del 2015, quando, durante un ulteriore colloquio, emerse che per approvare definitivamente la graduatoria era necessario un nulla osta da parte del Parco di La Maddalena, nulla osta che per negligenza del Parco non veniva rilasciato.
Il Direttivo del Parco, forse perché chiamato in causa dalla stampa locale e dai social, in una seduta dell’11 Aprile
2016 esprimeva il proprio nulla osta.
Il 19.04.2016 durante il question time, l’Amministrazione Comunale rispondeva al Consiglio Comunale in maniera non chiara e che comunque il tutto dipendeva oramai dal dirigente di settore.
Di fatto permane un silenzio assordante, non risulta ancora approvata la graduatoria e nessuna risposta viene fornita alle richieste di informazioni informali, ma soprattutto formali.
Si pensava che questa Amministrazione ponesse la parola fine a una vicenda dai contorni non chiari ristabilendo l’ordine di quella che era una procedura concorsuale pubblica e si rimane profondamente delusi dall’atteggiamento
sin qui avuto, ma soprattutto dal continuo e frustante tergiversare.
Pertanto spiace constatare che anche per la prossima stagione estiva non sarà possibile avviare alcuna attività, annichilendo la volontà dei giovani interessati che avrebbero investito sulle proprie capacità e senza fare ricorso a fondi pubblici.
Ci auguriamo che la presente venga accolta con una maggiore attenzione rispetto alle precedenti richieste regolarmente protocollate, ma soprattutto che sia di stimolo nell’interesse di attività giovanili e favore dei tanti disoccupati presenti nell’isola, tanti senza le dovute spalle coperte.
Difenderemo fino all’ultimo il diritto al lavoro e a vedere concluso questo concorso finanche a chiedere un controllo da parte delle Autorità competenti.

Grazie e un caloroso saluto
Isoni Francesca

Pregandovi di dare diffusione alla storia che vede coinvolti numerosi giovani traditi nelle loro aspettative

Il Consiglio Comunale nella seduta del 16 Maggio 2016 ha approvato il Regolamento Generale del Commercio. Siamo certi che questo documento, oltre a mettere ordine alle attività di riferimento, sarà un occasione per dare impulso alla imprenditoria locale e forse giovanile.
Tuttavia è necessario rammentare che è ancora in corso, e sono oramai trascorsi 24 mesi, il concorso per l’assegnazione dei posteggi per il commercio area pubblica. Per essere più chiari sono 7 aree destinate al posizionamento di chioschi in altrettante zone dell’isola di Caprera e di La Maddalena per il periodo da Aprile a Ottobre.
Normali e forti, in un momento di crisi come quello attuale, sono le aspettative in tutti i giovani che vi hanno partecipato a vedere regolarmente conclusa la procedura e assegnato il proprio posto.
Infatti l’approvazione definitiva della graduatoria avrebbe consentito e consentirà ad almeno 30 – 35 giovani di trovare una occupazione per 5- 6 mesi all’anno, per non parlare dell’indotto (progettazioni, realizzazione dei chioschi ecc.).
Il concorso ha visto l’approvazione di una graduatoria, ma subito dopo sono stati presentati i normali ricorsi.
Durante un colloquio con i funzionari Comunali relativo ai ricorsi, si è appreso che sono state condotte indagini per conoscere il reddito dei partecipanti, oltre a raccogliere notizie presso gli Istituti di Previdenza per accertare il requisito del possesso dell’invalidità. In tale occasione ci fu comunicato che gli accertamenti svolti non avrebbero cambiato la graduatoria e che si sarebbe proceduto alla assegnazione definitiva.
L’immobilismo della precedente Amministrazione perdurò sino alla primavera del 2015, quando, durante un ulteriore colloquio, emerse che per approvare definitivamente la graduatoria era necessario un nulla osta da parte del Parco di La Maddalena, nulla osta che per negligenza del Parco non veniva rilasciato.
Il 19 Novembre 2015, con una lettera indirizzata al Dirigente dell’Area Tecnica e al Sindaco si chiedevano notizie in merito alla approvazione della graduatoria o eventuali motivi ostativi. La richiesta è stata totalmente ignorata.
Il Direttivo del Parco, forse perché chiamato in causa dalla stampa locale e dai social, in una seduta dell’11 Aprile 2016 esprimeva il proprio nulla osta.
Il 19.04.2016 durante il question time, l’Amministrazione Comunale rispondeva al Consiglio Comunale in maniera non chiara e che comunque il tutto dipendeva oramai dal dirigente di settore.
Di fatto permane un silenzio assordante, non risulta ancora approvata la graduatoria e nessuna risposta viene fornita alle richieste di informazioni informali, ma soprattutto formali.
Si pensava che questa Amministrazione ponesse la parola fine a una vicenda dai contorni non chiari ristabilendo l’ordine di quella che era una procedura concorsuale pubblica e si rimane profondamente delusi dall’atteggiamento sin qui avuto, ma soprattutto dal continuo e frustante tergiversare, disattendendo tra l’altro la volontà espressa dal Consiglio Comunale in data 15.04.2014 deliberazione n° 17 e evidenziando che dello corso consiglio comunale 11 consiglieri sono ancora in carica.
Pertanto spiace constatare che anche per la prossima stagione estiva non sarà possibile avviare alcuna attività, annichilendo la volontà dei giovani interessati che avrebbero investito sulle proprie capacità e senza fare ricorso a fondi pubblici.
Ci auguriamo che la presente venga accolta con una maggiore attenzione rispetto alle precedenti richieste regolarmente protocollate, ma soprattutto che sia di stimolo nell’interesse di attività giovanili e favore dei tanti disoccupati presenti nell’isola, tanti senza le dovute spalle coperte.
Difenderemo fino all’ultimo il diritto al lavoro e a vedere concluso questo concorso finanche a chiedere un controllo da parte delle Autorità competenti.
Martino Pireddu

Pregandovi di dare diffusione alla storia che vede coinvolti numerosi giovani traditi nelle loro aspettative

Il Consiglio Comunale nella seduta del 16 Maggio 2016 ha approvato il Regolamento Generale del Commercio. Siamo certi che questo documento, oltre a mettere ordine alle attività di riferimento, sarà un occasione per dare impulso alla imprenditoria locale e forse giovanile.
Tuttavia è necessario rammentare che è ancora in corso, e sono oramai trascorsi 24 mesi, il concorso per l’assegnazione dei posteggi per il commercio area pubblica. Per essere più chiari sono 7 aree destinate al posizionamento di chioschi in altrettante zone dell’isola di Caprera e di La Maddalena per il periodo da Aprile a Ottobre.
Normali e forti, in un momento di crisi come quello attuale, sono le aspettative in tutti i giovani che vi hanno partecipato a vedere regolarmente conclusa la procedura e assegnato il proprio posto.
Infatti l’approvazione definitiva della graduatoria avrebbe consentito e consentirà ad almeno 30 – 35 giovani di trovare una occupazione per 5- 6 mesi all’anno, per non parlare dell’indotto (progettazioni, realizzazione dei chioschi ecc.).
Il concorso ha visto l’approvazione di una graduatoria, ma subito dopo sono stati presentati i normali ricorsi.
Durante un colloquio con i funzionari Comunali relativo ai ricorsi, si è appreso che sono state condotte indagini per conoscere il reddito dei partecipanti, oltre a raccogliere notizie presso gli Istituti di Previdenza per accertare il requisito del possesso dell’invalidità. In tale occasione ci fu comunicato che gli accertamenti svolti non avrebbero cambiato la graduatoria e che si sarebbe proceduto alla assegnazione definitiva.
L’immobilismo della precedente Amministrazione perdurò sino alla primavera del 2015, quando, durante un ulteriore colloquio, emerse che per approvare definitivamente la graduatoria era necessario un nulla osta da parte del Parco di La Maddalena, nulla osta che per negligenza del Parco non veniva rilasciato.
Il 19 Novembre 2015, con una lettera indirizzata al Dirigente dell’Area Tecnica e al Sindaco si chiedevano notizie in merito alla approvazione della graduatoria o eventuali motivi ostativi. La richiesta è stata totalmente ignorata.
In data 4 Aprile 2016 si reiterava la richiesta, ancora una volta senza alcuna risposta né da parte degli organi tecnici né da parte degli organi politici.
Il Direttivo del Parco, forse perché chiamato in causa dalla stampa locale e dai social, in una seduta dell’11 Aprile 2016 esprimeva il proprio nulla osta.
Il 19.04.2016 durante il question time, l’Amministrazione Comunale rispondeva al Consiglio Comunale in maniera non chiara e che comunque il tutto dipendeva oramai dal dirigente di settore.
Di fatto permane un silenzio assordante, non risulta ancora approvata la graduatoria e nessuna risposta viene fornita alle richieste di informazioni informali, ma soprattutto formali.
Si pensava che questa Amministrazione ponesse la parola fine a una vicenda dai contorni non chiari ristabilendo l’ordine di quella che era una procedura concorsuale pubblica e si rimane profondamente delusi dall’atteggiamento sin qui avuto, ma soprattutto dal continuo e frustante tergiversare.
Pertanto spiace constatare che anche per la prossima stagione estiva non sarà possibile avviare alcuna attività, annichilendo la volontà dei giovani interessati che avrebbero investito sulle proprie capacità e senza fare ricorso a fondi pubblici.
Ci auguriamo che la presente venga accolta con una maggiore attenzione rispetto alle precedenti richieste regolarmente protocollate, ma soprattutto che sia di stimolo nell’interesse di attività giovanili e favore dei tanti disoccupati presenti nell’isola, tanti senza le dovute spalle coperte.
Difenderemo fino all’ultimo il diritto al lavoro e a vedere concluso questo concorso finanche a chiedere un controllo da parte delle Autorità competenti.

Nicoletta Pireddu

© RIPRODUZIONE RISERVATA -

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità