Segnalazioni»

Galleria Allarme amianto tra mirto e lentischio: viva il Parco Nazionale

isuleddu 1Di Antonello Sagheddu

Proprio l’altro ieri un amico ci ha riferito che l’ufficio ambiente del Parco conta sette/otto elementi, noi eravamo convinti che solo una portasse il grosso ‘peso’ sulle spalle. Siamo anche curiosi di conoscere il famoso ‘inventario’ delle discariche dell’Isuleddu-Ricciolina (poi non capiamo il motivo perché sono interessati solo a quella zona), come ci aveva riferito a fine anno lo stesso presidente Giuseppe Bonanno. Sono comunque pronto a scommettere che non sono a conoscenza di molte discariche perché nessuno oltre a Liberissimo vuole sporcarsi o bagnarsi le scarpe, meglio rimanere al calduccio in ufficio ed uscire solo quando c’è la possibilità di rimediare un articolo (a richiesta), con tanto di foto. SIAMO PRONTI A SCOMMETTERE. VOGLIAMO VEDERE ANCHE IL LAVORO (INVENTARIO) DICHIARATO.
Intanto, dall’ultima volta che ci siamo presentati alla Ricciolina-Isuleddu la situazione è peggiorata notevolmente: ci avevano raccontato delle grosse balle. Anche i famosi volontari con tanto di loghi al seguito li non sono arrivati.
Nelle foto ecco il numeroso amianto e moto abbandonate tra mirto e lentischio. VIVA IL PARCO NAZIONALE E TUTTO IL SUO UFFICIO AMBIENTE. LORO ACCETTANO SOLO GLI INVITI DALLE PERSONE SEGNALATE DA OLBIA E CAPRERA.
isuleddu okisuleddu 2isuleddu 3

© RIPRODUZIONE RISERVATA - foto di Antonello Sagheddu

I commenti sono disabilitati

Non è possibile inviare un commento in questo articolo

Pubblicità